GHIANDOLE A SECREZIONE INTERNA E CENTRI DI FORZA – di Laura Monducci Poli

La dottrina dei Centri di Forza indipendentemente dalla tradizione orientale (Chakra) faceva parte degli insegnamenti segreti delle scuole di ermetismo del Medio Evo e dell’epoca rinascimentale.

centri-di-forza1

Lo sviluppo e il perfezionamento dei Centri sottili è fondamentale perché consentono il risveglio di nuovi sensi psico-spirituali per mezzo dei quali è possibile entrare in contatto con i diversi piani della creazione ed acquisirne la conoscenza.

Il risveglio e la dinamizzazione dei Centri di Forza o Centri psichici, che si ottengono con opportuni esercizi indicati nei Quaderni di Archeosofia, svelano un interessante rapporto con le funzioni delle ghiandole a secrezione interna, le ghiandole endocrine.

La rigenerazione delle ghiandole endocrine fu uno dei segreti della prassi Alchemica: gli antichi medici iniziati vi vedevano la fonte di tutte le energie psico-fisiologiche dell’uomo e quindi il mezzo per vincere la lotta contro la vecchiaia e la morte.

Si parla di costellazione endocrina perché il sistema delle ghiandole endocrine è fatto da tanti piccoli o piccolissimi organi, distribuiti nel nostro corpo.

ghiandole 2

Le ghiandole endocrine (dal gr. ἔνδον “dentro”, κρίυω “separo, secerno”) sono organi unicellulari o pluricellulari che hanno il compito di secernere una o più sostanze utili all’organismo. A seconda del modo di come viene espulso il secreto si distinguono in endocrine, o a secrezione interna, ed esocrine, o a secrezione esterna. Le prime mancano di un canale escretore e versano il loro secreto, detto ormone, direttamente nel sangue e, attraverso questo raggiungono tutti gli organi e i tessuti, a differenza delle altre ghiandole che, mediante appositi condotti, secernono i loro liquidi nelle cavità del corpo (ad esempio, le ghiandole salivari nella bocca, il pancreas nell’intestino…).

Le ghiandole endocrine più conosciute sono l’Ipofisi, detta anche ghiandola Pituitaria, l’Epifisi o Pineale e l’Ipotalamo, contenute all’interno della scatola cranica. Al di fuori della scatola cranica hanno funzione endocrina anche altri organi: le ovaie e i testicoli, il rene, il timo, la placenta, il fegato, la pelle, perfino nel cuore vi sono cellule con funzioni endocrine.

Abbiamo ghiandole permanenti, già presenti alla nascita e presumibilmente operanti per tutta la vita, e ghiandole temporanee, che hanno una forma e un’attività limitata a un periodo più o meno breve nell’esistenza dell’individuo.

ghiandole secrezione interna

Le ghiandole endocrine sono deputate alla regolazione delle funzioni più diverse, dalla regolazione della sete, della libido, della termoregolazione (ossia il mantenimento delle giusta temperatura corporea), alla regolazione del ciclo giorno/notte, del sonno, della pressione arteriosa, del giusto peso corporeo, e tante altre. Perfino la risposta alla paura e/o a situazioni di pericolo è una reazione endocrina legata alla ben nota liberazione di ADRENALINA, che ci permette di reagire, spesso, in un modo che non avremmo mai immaginato.

Queste ghiandole sono i congegni essenziali dell’intero organismo e le loro secrezioni ormoniche costituiscono l’energia stimolatrice di tutte le funzioni del corpo e della mente.

Ghiandole endocrine a secrezione interna: com’è nato questo termine?

Il termine secrezione interna fu adoperato per la prima volta nel 1855 da Claude Bernard, poi nel 1869 da Ch. E. Brown-Séquard. Questi, insieme a John Hunter (1728), medico scozzese, e altri fisiologi (come Morris e Sergei Voronoff), tentarono la rigenerazione delle ghiandole endocrine innestando ghiandole sessuali su uomini e donne con il tentativo, effimero, di arrestare la vecchiaia e la morte.

Nel 1916, Nicola Pende, patologo e clinico, professore di clinica medica a Messina, Cagliari, Bari, Genova, e di patologia medica a Roma, creò il termine “endocrinologia”. Fu il prof. Pende a sostenere l’importanza delle ghiandole a secrezione interna nella determinazione delle costituzioni umane, gettando così le basi della moderna endocrinologiacentri psichici

Senza l’aiuto delle ghiandole endocrine, il cervello, i muscoli, i nervi, il cuore, il fegato, lo stomaco, etc. non potrebbero funzionare. Innegabilmente siamo quello che sono le nostre ghiandole. Per questo sono molto importanti, anzi indispensabili, gli esercizi di meditazione che regolano queste ghiandole.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...