I MONDI DELL’ALDILA’ – di Caterina Savasta

sensi-spiritualiConoscere la topografia del cosmo, i luoghi dell’universo, la sua struttura, sapere com’è fatto, è fondamentale secondo la Tradizione Sapienziale, perché noi uomini e donne dobbiamo muoverci in questo cosmo, viaggiare attraverso i suoi piani, i suoi mondi per potere fare un tragitto, un itinerario speciale, cioè tutto il cammino evolutivo, per potere compiere la più alta realizzazione per un essere umano.
Pensando all’ aldilà, abbiamo opinioni diverse probabilmente, qualcuno crede che non esista, che non ci sia nient’altro oltre questo mondo che vediamo, tocchiamo, sentiamo con i nostri cinque sensi…  e se non si vede non si crede…
Altri ritengono che qualcosa deve pur esserci… ma cosa? e chissà come sarà?
Alcuni hanno paura e non ne vogliono parlare; altri più coraggiosi e curiosi vogliono sapere di più e si domandano: chi ci dice come stanno le cose? Qualcuno è mai stato nell’aldilà? Se sì, chi? È tornato dalle nostre parti a raccontarcelo? È possibile andare nell’aldilà da vivi? È possibile che quelli dell’aldilà vengano qui ed entrino in contatto con noi? Esistono veramente il limbo, l’inferno, il purgatorio e il paradiso? E dove sono? Quale aldilà mi aspetta dopo la morte del corpo, che cosa mi succederà?
Sono argomenti ai quali comunemente tendiamo a non pensare, a meno che la morte di una persona cara o la malattia non ce li renda pressanti, non ci metta di fronte a delle domande urgenti. Ma ci sono persone attente a queste tematiche che da sempre ne vogliono sapere di più.
La scienza, la fisica, hanno dimostrato che esiste anche un mondo che noi non vediamo, che non tocchiamo, che non possiamo conoscere con i nostri cinque sensi. Piani di esistenza in cui la materia vibra molto velocemente, con un “panorama” del tutto diverso da qui, dal nostro mondo.
I nostri cinque sensi ci fanno vedere i corpi allo stato solido, liquido e gassoso, lo stato igneo, il fuoco, ma non finisce qui.
Basti pensare agli ultrasuoni, cioè quei suoni che hanno una frequenza superiore a quelle mediamente udibili da un orecchio umano, percepibili da cani, delfini, balene e pipistrelli, e agli ultravioletti che non vediamo, ma tutti crediamo che ci sono perché la scienza ne ha dimostrato l’esistenza.
Quindi l’aldilà esiste ed è conoscibile a condizione di avere gli strumenti adatti per conoscerlo.
Per noi diventa impossibile concepire qualcosa che non ha profondità, altezza e spessore perché i nostri cinque sensi ordinari si possono esprimere in questo mondo e quindi abbiamo e sviluppiamo una conoscenza di questo mondo. Per poter ottenere una conoscenza dei mondi superiori occorre sviluppare dei sensi che consentono appunto una esperienza nei mondi superiori, altrimenti rimarranno sempre a noi preclusi.
I testi sacri e la letteratura di tutti i tempi, i grandi poemi epici ed eroici del passato, si sono sempre occupati di questi argomenti, raccontando di eroi che vivono mille avventure e varcano la soglia del regno dei morti.
Quindi con grande curiosità siamo andati a rileggere questi testi per saperne di più, nella convinzione che non possiamo sospettare neppure lontanamente di trovarci di fronte ad una letteratura, ad una narrativa pura e semplice, a scrittori fantasiosi e nient’altro.
Sarebbe come chiedere se la Divina Commedia e gli altri scritti di Dante abbiano avuto per autore un uomo qualsiasi o se l’Iliade, l’Odissea e l’Eneide siano stati solamente il parto della fantasia poetica di Omero e Virgilio e non di personaggi con rare, precise conoscenze e caratteristiche di grande dignità spirituale.
Com’è l’aldilà per gli Ebrei, per i Babilonesi, per i Greci e per i Latini, per Dante Alighieri e per Ludovico Ariosto?
Lo scopriremo insieme e per concludere presenteremo la visione Archeosofica dei Mondi dell’Aldilà, quale ci viene presentata da Tommaso Palamidessi, fondatore della Scuola Archeosofica, nei suoi numerosi scritti che sviluppano l’argomento, passando dal piano fisico a quello emozionale, a quello del pensiero e dello spirito, illustrando i sottopiani e le principali caratteristiche di ogni singola regione del cosmo.
Vi aspetto venerdì 16 Novembre alle ore 21:30.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...