ORIGINE E SIGNIFICATO DELLE COSTELLAZIONI

Qualche uomo dell’antichità
pensò ad una nomenclatura e la inventò
e forme sufficienti trovò“.
(Arato da Soli – Fenomena)cielo stellato 5

L’immensità del cielo notturno ha sempre mostrato all’uomo, sin dal momento in cui apparve sulla terra, un firmamento disseminato di stelle. Gli antichi astrologhi, in base ad una tradizione via via arricchita di nuove rivelazioni, avevano diviso il cielo osservabile in un certo numero di costellazioni, ognuna delle quali aveva un preciso significato simbolico associato ai misteri della vita e della morte.
Si può dire che le costellazioni sono creazioni mentali di Filosofi ispirati dalla Sapienza Eterna.
cielo stellato
I nomi delle costellazioni possono variare secondo le epoche e le civiltà, ma il significato intrinseco è identico essendo Una la Tradizione Arcaica. Scoprire questo significato nascosto significa avere indizi in più sul grado di conoscenza posseduta dai Centri Iniziatici delle civiltà scomparse. Già le testimonianze archeologiche ci parlano degli esperti Caldei, Egiziani, Greci, Cinesi, Aztechi, Incas, che praticavano l’astronomia-astrologia (scienza unica nel passato) insieme alla medicina, alla matematica, e altre discipline, lasciandoci preziosi reperti di un’arte millenaria piena di fascino e mistero.zodiaco 3
Gli antichi sapienti credevano che l’armonica disposizione degli astri nei Segni Zodiacali e nelle Costellazioni favorisse la sintonia tra l’uomo e l’universo, per questo calcolavano e stabilivano con largo anticipo quando le configurazioni armoniche delle sfere planetarie avrebbero permesso alle influenze benefiche di operare per lo sviluppo della mente e dell’anima.zodiaco 2
Gli schemi delle costellazioni che oggi conosciamo ci sono giunti direttamente dal grande catalogo di Tolomeo, l’ALMAGESTO, datato intorno al 137 d.C. Questo catalogo era più che altro l’aggiornamento di un altro catalogo stilato circa 300 anni prima da Ipparco di Rodi, famoso astronomo nato a Nicea di Bitinia e fattosi conoscere ad Alessandria d’Egitto verso il 160 d.C.ipparco
Ipparco quando paragonò le proprie osservazioni astronomiche con quelle riportate nei documenti più antichi, si accorse che le longitudini di alcune importanti stelle non coincidevano più. Tutto ciò lo condusse all’interpretazione geometrico-cosmografica del movimento di precessione degli equinozi. Tolomeo
Le stesse costellazioni tramandate da Tolomeo erano state descritte intorno al 280 a.C. nei FENOMENI di Arato da Soli, una versione poetica dell’opera che Eudosso di Cnido aveva scritto 90 anni prima, verso il 370 a.C. Eudosso aveva frequentato le esclusive scuole d’Egitto, dove per 13 anni studiò astronomia e altre discipline, avendo come maestri i sacerdoti di Eliopoli. Quando tornò ad Atene introdusse tra i greci le conoscenze astronomiche egiziane, pubblicando un’opera ormai scomparsa, quella cantata poi da Arato. cielo stellato 3
Lo storico dell’astronomia Crommelin scrisse che Eudosso al suo ritorno dall’Egitto portò con sé un globo celeste e in una sua opera descrisse le costellazioni che vi erano incise, le stesse cantate da Arato, conosciute da Ipparco e quindi da Tolomeo. Una copia di questo famoso globo celeste sorretto dal mitico Atlante, si trova nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli. atlante farnese
Sebbene usurate dal tempo, si possono ancora notare sulla sua superficie le costellazioni.. Questa scultura, conosciuta come l’ATLANTE FARNESE, risale al III secolo a.C. ed è la più antica rappresentazione della sfera celeste.
Venerdì 21 aprile alle ore 21.30 avremo il piacere di ascoltare l’astrofisica Francesca Manenti su questo affascinante argomento, presso la nostra sede pistoiese in Piazza dello Spirito Santo,1. L’ingresso è libero, non occorre prenotazione.Image184

Testo tratto dalle opere di Alessandro Benassai: “Astrologia – simboli e miti” ; “Origine e significato delle costellazioni”, che potete trovare alla nostra Associazione.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...