LA GEOMETRIA SIMBOLICA DELLE GRANDI PIRAMIDI

grandi-piramidi-1La Geometria in tempi moderni ha assunto sempre più un ruolo centrale in ogni branca della scienza. La visione globale che porta con sé conduce alla creazione di modelli e strumenti sempre più complessi e accurati a disposizione di chi indaga la realtà fisica o per meglio dire una sua approssimazione.

L’oggetto di studio della moderna Matematica ha in sé tre aspetti:

  • Il Numero o aspetto aritmetico;
  • La Misura o aspetto analitico;
  • La Forma o aspetto geometrico.

La forma è un ponte fra il numero e la misura. In questo senso è concepita ai nostri tempi la Geometria, ma essa rappresenta solo l’aspetto decaduto di una conoscenza molto più profonda e antica: la Geometria Simbolica o Iniziatica. Da questa trae il carattere globale e modellante di cui è rimasto pur tuttavia solo l’aspetto materiale e quindi autoreferenziale.

grandi-piramidi-4

Se il monito all’ingresso dell’Accademia di Atene voluto da Platone:

ΑΓΕΩΜΕΤΡΗΤΟΣ ΜΗΔΕΙΣ ΕΙΣΙΤΩ
“Non entri chi non è Geometra”

fosse riferito alla geometria profana, parrebbe incomprensibile. Solo considerando una Geometria facente parte di un’ascesi sapienziale, quindi a carattere prettamente spirituale, appare nella sua reale essenza. La cruciale importanza di questa sublime arte è testimoniata anche dalla sua appartenenza alle sette Arti Liberali, collocata nel Quadrivio o Artes Reales.

“Il numero e le forme geometriche sono simboli divini e usati come scienza sono realtà fisiche ad uso delle scienze sperimentali.
[…] ma usate archeosoficamente sono simboli e linguaggio spirituale fra l’Uomo e Dio e fra Dio e l’Uomo. In questo senso hanno scritto e parlato della Matematica Pitagora, Mosè e il Cristo Gesù.”[1]

Comprendere e mettere in atto la Geometria Iniziatica vuol dire compiere un lavoro su noi stessi per il superamento della condizione umana attraverso un percorso interiore e spirituale.
Le Grandi Piramidi con i loro misteri e le loro forme perfette costituiscono forse l’esempio più alto e maestoso lasciato a testimonianza di una conoscenza ormai perduta. Conoscenza che era indubbiamente anche tecnica, ma traeva la sua caratteristica da una natura ben più alta e profonda, la Sapienza Arcaica.
Il termine greco per Piramide Piramis-Piramidis è composto dalla radice pyr (fuoco) e da midos (misura), dunque misura del fuoco.

“Per ritrovare le tracce di questa Sapienza arcaica è necessario esaminare le Grandi Piramidi non soltanto dal punto di vista archeologico, ma sotto quell’aspetto simbolico ch’era la caratteristica dell’anima dei costruttori che concepivano insieme alla forma esteriore il principio metafisico interiore. Per rintracciare questa antica conoscenza nascosta nei grandi monumenti bisogna conoscere il linguaggio simbolico delle figure geometriche e dei numeri, essendo l’unico a carattere universale.”[2]

[1] Tommaso Palamidessi, “La Spiritualità dei Numeri Sacri”
[2] Alessandro Benassai, Indagine sulle Grandi Piramidi
grandi piramidi 10

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...