UNA SCIENZA SPERIMENTALE : LA RADIESTESIA

radiestesia 8

Il termine RADIESTESIA è una parola moderna, coniata all’inizio del XX secolo dall’abate francese Bouly; deriva dalla congiunzione di RADIO ed ESTESIA.

RADIO = primo elemento di parole composte della terminologia tecnica e scientifica (radiotecnica, radiocomunicazioni, ecc.), dal latino radiu(m) : “raggio”; indica una relazione con energia raggiante o radiazioni.

ESTESIA = secondo elemento di parole composte dalla terminologia per lo più medica (anestesia, ecc.) derivate dal greco àisthesis: “sensibilità, sensazione, percezione“. vibrazioni

Quindi Radiestesia esprime alla lettera una particolare sensibilità psichica alle radiazioni, onde, vibrazioni, segnali emanati e circolanti sia in noi che nell’universo.

Se la Radiestesia è il metodo per indagare, il Radiestesista è colui che ha sviluppato questa speciale sensibilità psichica così da ricevere ed inviare informazioni in codice senza limiti di spazio né di tempo.

La Radiestesia è stata praticata fin dalla più remota antichità. Le notizie più lontane risalgono al Vecchio Testamento, con Mosè, uno dei rabdomanti più famosi, come è narrato nella Bibbia. Mosè

Rabdomante significa letteralmente “presagire con bacchetta”.

Il fenomeno radiestesico era già noto ed utilizzato dagli antichi sapienti Cinesi, Egiziani, Romani, e di altre importanti culture che avevano scoperto come sfruttare questo metodo per mettersi in comunicazione con l’ignoto. radiestesia 1

Chi di noi non ha mai provato o almeno sentito dire che per mezzo di un ciondolino, di un piccolo oggetto appeso ad un filo sottile o ad una catenella, messo in condizione di oscillare liberamente, si possono ottenere risposte alle domande che ci interessano? Forse la più famosa e tradizionale ricerca effettuata per mezzo di uno strumento radiestesico è quella dell’acqua, che può essere svolta direttamente sulla località indiziata oppure stando lontano, ispezionando con le oscillazioni rivelatrici di un pendolo su una carta geografica dei luoghi che interessano.

Possiamo scoprire un oggetto nascosto o perduto, fare una rapida analisi chimica di una sostanza qualsiasi, confrontare una diagnosi, verificare il medicamento più adatto, testare un prodotto per vedere se siamo allergici, insomma, tante risposte possibili a semplici e chiare domande. Tutto questo utilizzando solamente un pendolo? Potreste sospettare che si tratti di un gioco di prestigio, oppure autosuggestione, o raggiri e bugie, abituati come siamo ai sofisticati mezzi e strumenti di ricerca e alle conoscenze scientifiche ufficiali.

In realtà la teoria e la pratica della Radiestesia, eseguita con serietà, consapevolezza e metodo, è un avvincente e utilissimo mezzo d’indagine applicabile praticamente a tutto. Le esplorazioni che possiamo fare non hanno confini, se non quelli che mettiamo noi se limitiamo la capacità di concepire l’impossibile, o non abbiamo abbastanza fiducia in noi stessi, o se la nostra conoscenza dell’argomento è scarsa e superficiale. corso radiestesia 4

Gli esercizi sono semplici e veramente alla portata di tutti i veri appassionati e ricercatori della Verità. È solo necessario conoscere le regole essenziali del modo di sperimentare con il pendolo, applicarsi nella pratica con una certa costanza, per sviluppare e raffinare le proprie sensibilità psicofisiche, capacità insospettate ma ben presenti in noi.

Quando si parla di Radiestesia non è tanto questione di credere o non credere, perché tutto si risolve con l’esperimento. I dubbi si dissolvono provando e riprovando: l’uomo prudente e intelligente non nega mai niente a priori, e non ammette niente senza avere una cognizione di causa. L’uomo e la donna dotati di intelletto rigettano lo scetticismo aprioristico e i preconcetti infondati. radiestesia 3

La ricerca radiestesica proposta dalla Scuola Archeosofica aggiunge un quid interessante, allargando di molto gli orizzonti dell’investigazione. Propone l’esplorazione di nuove dimensioni del Cosmo, mondi soprasensibili, il così detto “aldilà” dove soggiornano i nostri cari defunti, ed ancora altre, sperimentazioni mirate ad un esame ed una ricerca interiore, energetica, spirituale. Si possono fare indagini pratiche dunque non solo al di fuori dell’uomo ma soprattutto “dentro” l’uomo, per avere una conoscenza migliore di se stessi, del mondo che ci circonda, capire come relazionarsi, capire il motivo delle vicende importanti della nostra vita, e tanto altro ancora. Temi che verranno sviluppati durante il CORSO DI RADIESTESIA E COSMOIONICA in programmazione nella primavera 2016 presso l’Associazione Archeosofica in Piazza dello Spirito Santo,1.

Da giovedì 3 marzo, alle 21.30, due lezioni gratuite che introducono al corso. Ma le iscrizioni sono già aperte e potete prenotarvi telefonando allo 057321414 o passando in segreteria (Piazza dello Spirito Santo,1) in orario d’ufficio. Le classi avranno un numero limitato di partecipanti in modo da consentire a tutti una corretta sperimentazione. radiestesia 4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...