I SIMBOLI DELL’ALCHIMIA – di Alessandro Pelagatti

festina lente

In una tavola dell’antico e prezioso “Anfiteatro della Saggezza Eterna” di Khunrath, è riprodotto il Lab-Oratorio dell’Alchimista, cioè una sala con l’oratorio per pregare e meditare (ora) e il laboratorio con mantici, ampolle, alambicchi, fornelli, e tutto quello che serve per le ricerche alchemiche (et labora), per quel lavoro che si svolge fuori e dentro l’uomo. In primo piano si può vedere sopra un distillatore la frase “festina lente”, “affrettati lentamente”, frase spesso raffigurata simbolicamente da una tartaruga sul cui guscio è piantata una vela da barca gonfiata dal vento, oppure da una lepre che esce dal guscio di una chiocciola, a indicare una operazione compiuta con forza calma. La distillazione nell’Athanor infatti ha bisogno proprio di questa azione calma, forte e costante ma calma, molto intensa e continua fino alla completa trasmutazione della materia grezza in una materia più pura, fino alla trasformazione dei metalli vili in metalli preziosi. Squadrare la pietra, operando con la volontà e la tenacia, il metodo e lo studio, senza stancarsi, perseverando fino alla fine, fino al compimento della Grande Opera, questo volevano sintetizzare gli Alchimisti nei simboli adoperati sia in sculture o dipinti, sia nei trattati ermetici.

Lunedì 10 novembre alle ore 21.30 vi aspettiamo nella sede pistoiese (Piazza dello Spirito Santo, 1) con il dott. Galastri (psicologo) che terrà una lezione su “I simboli dell’Alchimia”. Come sempre ingresso libero.

 

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...